Suor Leonilde Caravella

(*Cerignola 5.9.1874 †Manoppello 27.10.1958)

Orgoglio per Cerignola è la ormai acclarata santità di MARIA  LEONILDE di San Pietro d’Alcantara al secolo MARIA  LUIGIA  CARAVELLA.

SUOR  LEONILDE, “la Suora che parlava con il Volto Santo”. Innamorata del Volto Santo. Suo nutrimento spirituale fu l’acceso amore e l’ardente devozione al  VOLTO SANTO DI GESU’ DI MANOPPELLO.

La Suora che impostò la sua vita monastica nella PREGHIERA, la CARITA’, la POVERTA’:  il saio francescano che indossava era pieno di toppe tanto che le suore non sapevano più dove effettuare i rammendi , si rifiutava di indossare un saio nuovo in alcune occasioni particolari. Non accettava mai denaro, ma non lo toccava fisicamente. Nulla teneva per se. La sua forza, la sua linfa era la recita di tantissimi Rosari quotidiani. L’incondizionata adesione di SUOR LEONILDE alla regola francescana della povertà si manifestava, anche, in un rapporto distaccato con il cibo, che assumeva solo per necessità e sempre con frugalità, pronta a rinunciarvi a favore degli altri.

Ma lasciamo la parola della Fondazione del Convento nel  1916 al redattore dell’articolo riportato su “VITA NOSTRA”– Bollettino delle Suore Francescane Alcantarine – Anno VIII, n.2-3. Aprile-settembre 1959: “Nel lontano 1915 un’umile suora, proveniente da Tocco Casauria, veniva a visitare il Santuario del Volto Santo , nel contemplare la Divina Immagine, ne rimase talmente affascinata, che rinunciò persino al pranzo offerto gentilmente dal Padre Superiore, dicendo che voleva rimanere lì a tenere compagnia a Gesù. Chi sa quale ricchezza di suprema ispirazione dovette concederle il Signore e quale copia di carismi celesti, dal momento che prese questa decisione eroica; di certo sappiamo che dal suo cuore innamorato proruppe una preghiera sublime:  Signore, voglio essere la tua umile ancella, fa che riesca a fondare una casa qui a Manoppello per star sempre vicino a te. L’anno dopo 1916, Suor Leonilde fondava l’Asilo nel paese del Volto Santo ed ebbe l’onore di presiederlo per ben 42 anni. Il Signore davvero Le ha concesso la grazia di star sempre vicino a Lui e di farsi la sua zelatrice instancabile presso ogni ceto di persone e se il Volto Santo ha aumentato il numero dei suoi devoti, lo si deve molto a Suor Leonilde […]”.

Il 16 Gennaio 1916, dunque, giungono tre suore a Manoppello per la Fondazione del Convento Francescano Alcantarino: Suor Leonilde Caravella, Suor Maria Di Donato, Suor Guglielmina Cozzolino, prima Superiora della Comunità. La piccola Comunità ebbe dal Comune l’antica sede dell’ex Convento delle Suore Clarisse con l’annessa antica Chiesa dell’Annunziata, per gestire l’Asilo Infantile.

Per i festeggiamenti del Centenario suddetto, la Comunità delle Suore Francescane Alcantarine guidate dalla Madre Superiora, la Rev.da  Suor Alfonsina Luciani, instancabile per il suo zelo profuso per Suor Leonilde e nostra valida collaboratrice, hanno programmato, sin dal 5 dicembre 2015, una serie di iniziative spirituali e culturali per ricordare al  meglio ed opportunamente l’Evento.

Le Istituzioni Culturali: il Centro Studi e Ricerche “Torre Alemanna”, la Sede locale dell’Archeoclub d’Italia e il Museo Etnografico Cerignolano ci associano ai festeggiamenti nella speranza di vedere la nostra amata e santa concittadina SUOR  LEONILDE  CARAVELLA elevata agli onori degli Altari. Si fa presente che la richiesta dell’avvio per la Causa di Canonizzazione , per Suor LEONILDE CARAVELLA, è stata promossa dalle suddette Istituzioni Culturali, sin dal 2010.