UN PERSONAGGIO SCONOSCIUTO: IL DOTT. FISICO GIUSEPPE CORIGLIANO SANTA CROCE DI BARLETTA SEPPELLITO NELLA CHIESA DEL PURGATORIO IL 1783 A CERIGNOLA


Numerosi sono i personaggi presenti a Cerignola in ogni tempo, dei quali poco o nulla sappiamo; se siamo fortunati conosciamo solo il NOME.

Purtroppo il PRESSAPOCHISMO,  la INDIFFERENZA e il DISAMORE  verso la STORIA LOCALE, quella SANA, quella a carattere SCIENTIFICO, che comporta STUDIO, SACRIFICI, IMPEGNO e soprattutto  RINUNCE, oggi sono riusciti a prendere il SOPRAVVENTO come una nebbia, una coltre paurosa che assopisce anche quelli che potrebbero essere potenziali interlocutori della STORIA di CERIGNOLA.

Ma torniamo al nostro argomento. Ci sembra giusto ricordare uno di questi sconosciuti personaggi. Parliamo del Dottor Fisico GIUSEPPE CORIGLIANO SANTA CROCE (1) componente di una delle NOBILI FAMIGLIE della Città di BARLETTA. La nostra artistica CHIESA DEL PURGATORIO (sec. XVI) fu voluta dalla Contessa DONNA  ANNA de MENDOZA moglie del Feudatario di Cerignola Don CARLO CARACCIOLO con residenza nel suo CASTELLO di Cerignola: annesso il CONVENTO-COLLEGIO per i PADRI GESUITI, dalla stessa fatti venire a Cerignola il 1578. La Chiesa era dedicata alla SS.ma VERGINE dell’ANNUNZIATA (2). Andando via i PADRI  GESUITI, trasferitisi a Barletta nel 1592, avevano fondato “un’esemplare Congregazione de’ più civili terrazzani; la quale dicono tuttavia sopravvivere, dopo un secolo e più, al Collegio stesso” (3).”una Arciconfraternita sì illustre  numerosa di Gentiluomini”, “composta nella maggior parte di galantuomini, e proprietari “ (4). Una CONFRATERNITA, che si intitolerà  della MORTE e ORAZIONE,  più conosciuta sotto il nome di PURGATORIO. Nel 1758 (5) la stessa ottenne dal RE di NAPOLI, CARLO III di BORBONE, il REGIO ASSENSO con l’approvazione delle REGOLE STATUTARIE e nel 1825 (6) andava ad aggiungersi il TITOLO di ARCICONFRATERNITA con l’approvazione del RE di NAPOLI, FRANCESCO I. Come già detto, ne facevano parte i “nobili” e “galantuomini” di Cerignola, e il PRIORE era quasi sempre il SINDACO di CERIGNOLA. Nel XVIII secolo, l’ARCICONFRATERNITA poteva vantare una notevole quantità di beni immobili e somme capitali.

Soffermiamoci sul nostro PERSONAGGIO: un uomo colto, stimato e ben voluto, che sicuramente occupava un notevole posto in società.

Entrando nella CHIESA, nella navata centrale, sulla parete di destra superato l’ingresso principale, vi è murata una LAPIDE COMMEMORATIVA datata 1783, in marmo grigio chiaro venato in grigio scuro. Le misure: b x h cm. 61 x cm. 96. Le lettere: 1. l: 3,7; II. 2-17: 2,2 /2.4.

La ISCRIZIONE è la seguente:

 

Buona l’incisione benchè il testo appaia piuttosto serrato, nello specchio epigrafico, nel corpo centrale di 14 righe. Le lettere, di sobria incisione, sono evidenziate con colorazione nerastra; le ultime due linee sono distanziate dalle altre contenendo l’indicazione del dedicante. La punteggiatura è ad incisione triangolare.

Le uniche notizie su GIUSEPPE CORIGLIANO le ricaviamo dai REGISTRI DEI MORTI (9), infatti nel “Libro de’ Morti  / del 1782 fino al / 1801” leggiamo: “Adi 17. Nov(embr)e 1783 – il Do(tto)r F(isi)co D. Gius(epp)e Corigliano S. Croce della Città di Barletta è morto munito con de’ SS(antissimi) Sacramenti dal Par(roc)o Michele Giuliani, e si è sepellito nella V(enerabi)le Congr(egazione) della Morte di anni 62. Il med(esim)o fu Marito di D(onna) Teodora Villari” – c. 23 v. (8).

E’ un “frammento” della nostra ricchissima storia locale che emerge dall’oblio: soffermandoci soprattutto  sui contenuti intrinseci del testo della Lapide Commemorativa emergono VALORI e INSEGNAMENTI  di forte TENEREZZA di un FIGLIO  verso il GENITORE, che si dovrebbe avere sia in vita che in morte, in segno di profonda GRATITUDINE.

Cerignola, 15 novembre 2018                                                                             Matteo Stuppiello

 

Bibliografia e note

  • MATTEO STUPPIELLO, La Chiesa del Purgatorio – REGIONE PUGLIA – ASSESSORATO P.I. E CULTURA – CENTRO STUDI E RICERCHE “TORRE ALEMANNA” – CERIGNOLA – CERIGNOLA CENTRO DI SERVIZIO E PROGRAMMAZIONE CULTURALE REGIONALE – Foggia,1987,pp. 64-65; Si veda ANNA DI MICCO, Una lapide antica, in “LA CICOGNA” – Quindicinale di vita cerignolana, Anno III, N. 7, 5 Dicembre 1980, p. 12.
  • pp. 21-23; MATTEO STUPPIELLO, La realtà confraternale a Cerignola (secc. XVI – XIX), in AA.VV., Le Confraternite Pugliesi in Età Moderna 2, a cura di LIANA BERTOLDI LENOCIAtti del Seminario internazionale di Studi 27-28-29 Aprile 1989 –  CENTRO RICERCHE DI STORIA RELIGIOSA IN PUGLIA – Schena Editore, Fasano di Brindisi, 1990, p. 486.
  • MATTEO STUPPIELLO, La Chiesa…, op. cit., p. 23; MATTEO STUPPIELLO, La realtà…, cit., p. 486.
  • pp. 38-39; ibid. p. 486.
  • pp. 227-228; ibid. p. 489.
  • p. 229; p. 496.
  • Si ringrazia la ssa GIUSTINA SPECCHIO per la trascrizione e la traduzione del testo in latino della ISCRIZIONE.
  • ARCHIVIO PARROCCHIALE “SAN PIETRO APOSTOLO” – CATTEDRALE – DUOMO “TONTI” Cerignola – “ARCHIVIO PARROCCHIALE 1569”. Colgo l’occasione per ringraziare DON PIO CIALDELLA, Parroco della Cattedrale “SAN PIETRO APOSTOLO” per avermi dato la possibilità di consultare, trascrivere e pubblicare, tali documenti sin dagli nizi degli anni ’80. La ricerca la effettuai presso la “CANONICA”, ubicata in Piazza Duomo 22/A, della PARROCCHIA dove, allora erano custoditi i vari REGISTRI di NASCITA-BATTESIMO, di CRESIMA, di MATRIMONIO e di MORTE.

 

 

Cerignola – Chiesa del Purgatorio – Interno – Lapide Marmorea dedicata a Giuseppe Corigliano Santa Croce di Barletta 17 novembre 1783 – Foto Matteo 28.10.1980.

Cerignola – Chiesa del Purgatorio (sec. XVI) – Prospetto principale – Prima del restauro – Foto Matteo Stuppiello 3.4.1981.

Stampa questo articolo